categoria azienda Carrozzeria Team Maroni
logo Carrozzeria Team Maroni
Carrozzeria Team Maroni
Carrozzeria - Officina & Gommista
Carrozzeria - Officina & Gommista



OFFICINA E GOMMISTA





La Carrozzeria Team Maroni di Cristian, Aurelio e Andrea Maroni, al servizio di carrozzeria affianca un’ampia gamma di lavori di officina, rivolti ad ogni tipologia di vettura, sia moderna che d’epoca.




Il team Maroni esegue ogni intervento di officina e gommista con dedizione e serietà, restituendo al proprio cliente un servizio sempre al di là delle aspettative.




In particolare, Carrozzeria Team Maroni si occupa di:


  Riparazioni auto multimarca

(con ricambi originali e in garanzia o di concorrenza)


  Diagnosi centralina

(per tutte le case automobilistiche)


  Rimappatura centralina

(codifica centralina motore, airbag, ABS ed ESP, rigenerazione del filtro antiparticolato ed esclusione della valvola EGR)


  Tagliando auto


  Sistemazione auto elettriche e ibride

(qualifica PES/PAV)


  Gestione sinistro stradale


  Restauro auto d’epoca

(smontaggio e rimontaggio)


  Sostituzione pneumatici





Officina

Riparazioni

multimarca




Le riparazioni meccaniche di un’autovettura riguardano tutte quelle parti del mezzo che ne costituiscono, appunto, la meccanica e consentono al veicolo di muoversi.


I principali componenti della meccanica di un veicolo sono:




  • Gruppo propulsore (motore, trasmissioni e organi finali)
  • Sospensioni
  • Ammortizzatori
  • Impianto sterzante
  • Freni



Il fulcro principale di ogni vettura è il motore, lo strumento attraverso il quale ha luogo la combustione del carburante che ne permette lo spostamento. Per favorirne la durata e ridurre al minimo le riparazioni necessarie è consigliabile dedicarsi alla sua manutenzione con regolarità, cambiando l’olio ed i filtri negli intervalli indicati dalla Casa Madre.



Il motore delle vetture è un meccanismo che converte l’energia termica in energia meccanica ed è formato da un cilindro, al cui interno scorre un pistone al quale sono connessi la biella e l’albero motore.



Il motore può essere a combustione interna, elettrico, diesel e a 4 tempi. Nel primo caso, i carburanti utili al funzionamento sono benzina, gasolio, metano e GPL. I motori elettrici, invece, che hanno un’autonomia che varia dai 200 km ai 600 km, sono spesso accostati ai motori a benzina e definiti quindi “ibridi”.


Il motore diesel si basa sulla compressione dell’aria, che genera l’accensione del combustibile, mentre quelli a 4 tempi sono più vantaggiosi in termini economici ed ambientali ma hanno tempi di accensione leggermente più lunghi.

La

centralina elettronica


La centralina elettronica, o unità di controllo del motore, è un piccolo computer che regola e controlla l’alimentazione e l’accensione di un veicolo, attraverso una rete di appositi sensori.


Tra le altre cose, questi sensori monitorano:

  • Temperatura del motore
  • Velocità del veicolo
  • Pressione aria
  • Rotazioni del motore
  • Eventuali detonazioni





La rete dei sensori, connessa alla centralina, consente di raccogliere ed elaborare un grande numero di informazioni in tempo reale. Sulla base di questi dati, vengono regolate tutte le principali funzioni del motore.



Attualmente, la maggioranza dei veicoli in commercio sono dotati di un sistema di iniezione del carburante: ciò vale a dire che non esiste più una connessione meccanica tra il pedale dell’acceleratore e l’ingresso del carburante nel motore.


Questa operazione, infatti, è gestita dalla centralina ed il pedale funziona come un sensore di posizione che fornisce le informazioni alla centralina.


La rimappatura della centralina può essere tradizionale o seriale e consente di aumentare la potenza dell’automobile o di ridurne i consumi. La prima viene eseguita aprendo la centralina del motore e modificandola fisicamente, mentre la seconda consente di acquisire i dati senza correre il rischio di danneggiare la garanzia della vettura.


Nonostante le Case Madri dotino le loro automobili di centraline ottimizzate, esiste un margine di miglioramento in termini di consumi e prestazioni che varia dal 15% al 25%.

Cosa prevede

la diagnosi della centralina?


  • Individuazione dei problemi inerenti alla trasmissione automatica
  • Verifica dei consumi di carburante e l’efficienza del motore
  • Intervento su problematiche riguardanti il filtro antiparticolato (FAP) o la valvola EGR, che riducono l’efficienza del motore
  • Analisi della memoria del veicolo e ottenimento di informazioni utili alla riparazione
  • Controllo di un eventuale malfunzionamento dei sensori



Il FAP è una componente delle automobili Diesel che consente di ridurre le emissioni inquinanti del motore e di rispettare, di conseguenza, i limiti Euro 4.


Nonostante esistano in commercio diversi tipi di filtri, il sistema alla base è il medesimo e prevede un software in grado di monitorare continuamente il filtro in modo tale da assicurarne il corretto funzionamento e la manutenzione.

La valvola EGR, invece, si trova nei motori a gasolio e serve ad abbattere le emissioni di ossidi di azoto nell’ambiente, riportando parte dei gas di scarico nei cilindri. Il ricircolo, tuttavia, deve essere periodicamente controllato, onde evitare una riduzione del livello prestazionale del motore.

Gommista

Sostituzione pneumatici

estivi e invernali


In una vettura, gli pneumatici ricoprono un ruolo di primaria importanza e sono la componente più soggetta all’usura ed ai segni del tempo, in quanto perennemente esposta agli agenti esterni e a contatto con il manto stradale.







Per queste ragioni, al fine di assicurare una guida non solo sicura ma anche confortevole, è opportuno provvedere periodicamente al controllo del loro funzionamento e, se necessario, alla loro sostituzione.



Inoltre, è fondamentale anche rispettare quanto imposto dalle normative in vigore sulla sostituzione degli pneumatici di stagione.


Quelli estivi, dal battistrada più uniforme, favoriscono l’attrito col terreno asciutto. Quelli invernali (o tecnici), invece, sono progettati con una mescola adatta ed un disegno ricco di incavi, in grado di espellere velocemente l’acqua del manto stradale.


La principale differenza tra uno pneumatico invernale ed uno estivo risiede nei tasselli che, nelle gomme estive, sono pieni, mentre in quelle invernali sono vuoti.


Inoltre, gli pneumatici estivi hanno tre scanalature sulla lunghezza, che consentono di gestire meglio l’asfalto e l’aquaplaning.




Quando sostituirli?



Nonostante si consigli di viaggiare con gli pneumatici invernali ogni volta che la temperatura scende al di sotto dei 7°, la legge italiana impone di utilizzare le gomme da neve dal 15 novembre al 15 aprile.


Le gomme estive, invece, vanno obbligatoriamente sostituite entro il 15 aprile, con un periodo di tolleranza, dovuto a svariati fattori, che dura fino al 15 maggio.

In altre parole, a partire dal 15 aprile, tutti gli automobilisti (salvo alcune eccezioni) hanno un mese di tempo per procedere al cambio gomme.


Le eccezioni riguardano quei veicoli che non sono soggetti alla sostituzione delle gomme, chi monta un set di pneumatici 4 stagioni o chi possiede gomme con un indice di velocità uguale o maggiore a quello indicato sulla carta di circolazione.



Gestione sinistri stradali



Nell’ottica di garantire ai propri clienti un servizio non solo di prima qualità ma anche variegato, la Carrozzeria Team Maroni si occupa altresì della gestione dei sinistri stradali in caso di incidente diretto, tramite delega e nessun tipo di anticipo di denaro da parte del cliente.


Seguendo passo dopo passo l’intero iter assicurativo con le compagnie addette, infatti, la Carrozzeria Team Maroni affianca il proprio assistito nel disbrigo di tutte le pratiche legate a questa spiacevole circostanza.


L’unico onere lasciato al cliente riguarda la compilazione della Constatazione Amichevole, o modulo blu, fondamentale nel processo di gestione del sinistro. Il modulo blu va compilato anche qualora si ritenga di non avere ragione e, pertanto, di non aver diritto a nessun risarcimento.



A seguito della compilazione, il modulo della CAI va firmato dal conducente dell’automobile coinvolta e, ove possibile, anche dalla controparte.


La doppia firma è fondamentale poiché previene eventuali contestazioni future e consente di gestire il sinistro stradale in piena tranquillità e trasparenza.


Dopo aver concordato assieme la dinamica dell’incidente e le responsabilità di ciascuno, ognuno dei due conducenti deve tenere con sé due copie della CAI: una da conservare ed una da consegnare all’officina, che a sua volta la recapiterà all’assicurazione.




Icona Servizio